Quante volte, durante un viaggio in auto, vi è capitato di perdervi o raggiungere con difficoltà la vostra destinazione? Fortunatamente i navigatori GPS hanno risolto i problemi di orientamento permettendoci di pianificare viaggi senza inutili perdite di tempo.
E se esistesse un GPS antirughe per la nostra pelle? Potremmo applicare una crema con la certezza che i preziosi ingredienti contenuti vadano ad agire proprio dove ce n’è più bisogno.

Qual’è la meta da raggiungere?

La nostra pelle è costituita da un sovrapporsi di strati in continua evoluzione.
Partendo dallo strato più superficiale, l’Epidermide, che fa da barriera contro gli agenti esterni e si rinnova di continuo, si passa al Derma, costituito da fibre di Collagene, Elastina, vasi sanguigni e terminazioni nervose, per poi finire nell’Ipoderma, lo strato più profondo che funge da riserva energetica.

Muoversi all’interno di questa complessa struttura non è semplice, l’aiuto di un GPS antirughe potrebbe rivelarsi fondamentale.
La nostra destinazione si trova nel Derma, è qui che avviene la sintesi delle due principali proteine implicate nel fenomeno dell’invecchiamento cutaneo: Collagene ed Elastina.Entrambe sono sintetizzate all’interno dei fibroblasti e con il passare degli anni la loro produzione diminuisce. Ciò porta alla comparsa delle cosiddette rughe di espressione e alla perdita di elasticità cutanea.
E’ proprio qui che vogliamo arrivare, dritti all’interno del fibroblasto.

Come interpretare il GPS a livello cutaneo?

I fibroblasti presentano sulla superficie cellulare dei recettori (FGF) che gli permettono di essere identificati selettivamente da rispettivi leganti.
Un ingrediente cosmetico attivo dotato di questi leganti sarebbe in grado di raggiungere molto più facilmente il suo bersaglio con una conseguente maggiore probabilità di successo nell’esplicare la propria azione.

Esistono ingredienti attivi con queste caratteristiche?

, esiste ICS Intelligent Care System. Si tratta di micro-ingredienti dotati di biointelligenza autonoma. Strutturalmente si presentano come capsule a doppio strato contenenti un peptide attivo al loro interno (per l’ICS Antiaging è il Copper PalmitoylHeptapeptide-14) e un peptide legante sulla superficie (per l’ICS Antiaging è Heptapeptide-15 Palmitate). Quest’ultimo ha ottima affinità con il recettore FGF dei fibroblasti e guida la capsula direttamente al proprio bersaglio. Il sistema ICS è in grado di attraversare la membrana cellulare del fibroblasto rilasciando il peptide attivo direttamente nel citoplasma. Qui il peptide stimola la sintesi di Collagene ed Elastina.

Quali risultati ci si potrà aspettare con l’utilizzo di ICS?

Test in Vivo evidenziano l’azione antirughe sul contorno occhi trattato due volte al giorno per 28 giorni con cosmetici contenenti ICS. Test in Vitro dimostrano, in aggiunta, un significativo aumento dei livelli di Collagene ed Elastina a livello dermico.

Dai test effettuati è stato dimostrato che il 92% degli ingredienti bio-intelligenti presenti all’interno del cosmetico raggiungono il target contro solamente un 9% di quelli tradizionali (smarriti durante il viaggio).

Se hai trovato interessante questo articolo, aiuta anche i tuoi amici condividendolo su Facebook e clicca “Mi Piace” ;-)

Leggi anche:

1785 Visite

Lascia un commento